Metallica Carilli S.r.l.

Commercio e distribuzione metalli non ferrosi Via Enrico Mattei, 7 20050 - Ronco Briantino (MI)
info@metallicarilli.com
+39 - 039 - 6817078
 

Ottone

LEGHE

Codice Composizione
UniEn 1652 –CW506L – CUzn33 – ot67 Cu66/68  Pb 0,20max Fe 0,15max Al 0,05max Sn 0,20max Si 0,15max Mn 0,10max Ni0,30max ZN Resto

Densità 8,47 Mg/m3

Intervallo di fusione  905- 930 °C

Raccomandato per laminati adatti a imbutitura (nastri e lastre) e per tubi commerciali

Lavorabilità plastica a freddo eccellente

Lavorabilità plastica a caldo sufficiente

Lavorabilità ad asportazione di truciolo 30 dato FCB 100

Temperatura di ricottura 425/700 C°

Temperatura di distensione 250/350 C°

 

UniEn 1652 –CW507L – CUzn35 – ot65 Cu64/66  Pb 0,15max Fe 0,05max Al 0,05max Sn 0,10max Si 0,10max Mn 0,10max Ni0,30max ZN Resto

Densità 8,47 Mg/m3

Intervallo di fusione  905- 930 °C

Raccomandato per utilizzi  da filo di ottone

Lavorabilità plastica a freddo eccellente

Lavorabilità plastica a caldo sufficiente

Lavorabilità ad asportazione di truciolo 30 dato FCB 100

Temperatura di ricottura 425/700 C°

Temperatura di distensione 250/350 C°

UniEn 1652 –CW508L – CUzn37 – ot63 Cu62/64  Pb 0,20max Fe 0,20max Al 0,10max Sn 0,20max Si 0,15max Mn 0,10max Ni0,30max ZN Resto

Densità 8,47 Mg/m3

Intervallo di fusione  902- 920 °C

Raccomandato per laminati di media imbutitura (nastri e lastre)

Lavorabilità plastica a freddo buona

UniEn 1652 –CW614N – EN12164:1 DW M – ot58 trafilato Cu57/59  Pb 2,5/3,5max Fe 0,30max Al 0,05max Sn 0,30max Ni0,30max ZN Resto

Densità 8,39 Mg/m3

Intervallo di fusione  900- 905 °C

 

CODICE : UniEn 1652 –CW617N – EN12165:1 DW M – ot58 estruso

COMPOSIZIONE : Cu57/59  Pb 2,5/3,5max Fe 0,30max Al 0,05max Sn 0,30max Ni0,30max ZN Resto

Densità 8,39 Mg/m3

Intervallo di fusione  900- 905 °C

BARRE

Semilavorato Tipo Da mm A mm Stato fisico

Crudo tolleranza

Piatta Ot58 2×4 50×100  

 

Tonda Ot58 trafilata 2 60 H11
Tonda Ot58 estrusa 65 300 H11
Quadra Ot58 trafilata 2 60 H11
Quadra Ot58 estrusa 70 120 H11
Esagonale Ot58 trafilata Chiave 3 Chiave 60 H11
Esagonale Ot58 estrusa Chiave 65 Chiave 80 H11
Forata tonda Ot58 trafilata 15×3,99 60×5
Semitonda Ot58 trafilata 3×10 6×40
Mezzatonda Ot58 trafilata 2×4 30×60
angolare En 12167 8x8x1 60x60x5
Elle En 12167 5x10x1,5 25x20x6
a T En 12167 10x10x1,5 50x50x5
Canalini lati uguali En 12167 5x5x5x1 20x20x20x4
Canalini base larga En 12167 10x20x10x1,5 30x50x30

FILO (in matasse)

Semilavorato Tipo Da mm A mm Stato fisico

 

Tondo CW508L

 

0,30 10,99 Crudo
Tondo CW507L 1 10,99 crudo
Tondo CW508L

 

0,30 16 Cotto
Tondo CW507L 1 16 Cotto
Tondo CW508L 1 18,50 Semiduro

NASTRI (tagli a misura)

Semilavorato Tipo Da mm A mm Stato fisico
Nastri uso industriale CW507L 0,10×400 0,15×400 Crudo
Nastri uso industriale CW507L 0,20×500 2X500 Crudo

Cotto

Semicrudo

Nastri uso industriale CW507L Tagli a misura intermedi

LASTRE

semilavorato Tipo Da mm A mm Stato fisico
1000x 2000 CW507L 0,50 6 Cruda
1000×2000 CW507L 0,50 5 Cotta
670×1340 CW507L 0,10 15 Cruda
670×1340 CW507L 0,40 10 Cotta

 

TUBO (in verghe)

semilavorato Tipo Da mm A mm Stato fisico
Tondo CW508L 4×8 190X200 Crudo
Tondo CW508L 6X8 57X60 Cotto
Quadro CW508L 5x5x1 80x80x1,5 Crudo
Rettangolare CW508L 6x10x1 30x60x1,5 Crudo

Eventuali particolari allestimenti:

Barra di ottone :

Barre Forate esagonali

Barra piatta con bordi tondi

Piattine in rotoli

Barra in lega pieghevole

Barre con tolleranze più ristrette rispetto all’H11

Nastri di ottone :

spessori superiori a mm 2 fino a mm 5 con larghezza massima 500

Lastra di ottone :

lastra di ottone lega 60 per orologeria 670×1340 e 600×2000

Tubi di ottone

Sagomati : ovale regolare, ovale elissoidale, rigato,scanalato, cordato, cordonato, esagonale, ottagonale

 

PLUS

Le leghe CW614N e CW617N sono raccomandate per profilati, barre di utilizzo in lavorazioni con asportazione di trucioli o per pezzi stampati a caldo.

Principali leghe al piombo, sulla quale si stanno eseguendo di continuo nuove sperimentazioni per abbassare i tenori di piombo presente (tossicità) pur mantenendo una buona lavorabilità.

Il piombo ha una più bassa temperatura di fusione il che comporta che non forma soluzione unica col rame e con lo zinco. Si trova perciò distribuito ai bordi dei grani della lega e questo facilita l’utilizzo del macchinario utensile grazie alla formazione di un truciolo più corto. I pezzi lavorati hanno così una rifinitura superficiale migliore e migliora pure le operazioni meccaniche di finitura, asportazione della sbavature, foratura.

E’ una lega adatta perciò alla produzione di dadi, bulloni, viti, pezzi di strumenti, o pezzi stampati quali rubinetteria, parti di elettrodomestici, valvolame